LE FESTIVITA’ DI FINE ANNO

Negli ultimi anni la sensibilità verso i problemi agli animali causati da manifestazioni, fuochi d’artificio, ecc. è decisamente aumentata. Molto spesso sono le stesse amministrazioni comunali a farsi promotrici di divieti e messaggi mirati a proteggere i nostri piccoli amici durante questi giorni difficili. E’ importante non dimenticare che oltre alla sofferenza che timore e paura prolungati inducono nell’animale stesso, proprio lo stato di sofferenza in cui versa l’animale può causare incidenti e problemi alla famiglia e alla comunità. Un animale spaventato e in fuga può essere causa Continua la lettura di LE FESTIVITA’ DI FINE ANNO

Metti mi piace
0

XILITOLO POSSIBILE PERICOLO PER IL CANE

chiudi la finestra
I dolcificanti artificiali possono essere tossici per il cane
Lo xilitolo contenuto in biscotti e dolci può indurre un’ipoglicemia marcata
I dolcificanti artificiali come lo xilitolo sono pericolosi per il
cane. Continua la lettura di XILITOLO POSSIBILE PERICOLO PER IL CANE

Metti mi piace
0

malattia parodontale e cardiopatie cane

Le malattie parodontali accrescono il
rischio di patologie cardiovascolari
3138f79928e2d0malattia parodontale e cardiopatie cane
Identificata un’associazione tra gravità delle
parodontopatie e sviluppo di endocarditi e
miocardiopatie
Uno studio osservazionale ha valutato l’ipotesi che una maggiore gravità delle malattie
parodontali nel cane sia associata a un maggior rischio di malattie cardiovascolari, quali
l’endocardite e le miocardiopatie. Sono stati confrontati 59.296 cani con anamnesi di
malattia parodontale (23.043 con malattia di stadio 1, 20.732 con malattia di stadio 2 e
15.521 con malattia di stadio 3) e un uguale numero di cani di età assimilabile con
anamnesi negativa per malattia parodontale.
Sono stati utilizzati modelli di regressione di Cox (modelli dei rischi proporzionali)
per stimare il rischio di diagnosi di problemi cardiovascolari in funzione dello stadio della
malattia parodontale (1, 2 o 3 o no malattia parodontale) nel tempo, controllando
l’effetto di possibili fattori confondenti.
Si osservava un’associazione significativa tra la gravità della malattia parodontale
e il successivo rischio di condizioni patologiche di natura cardiovascolare, come
endocardite e miocardiopatie, ma non tra la gravità della malattia parodontale e il rischio
di una varietà di altre comuni condizioni patologiche di natura non cardiovascolare.
I risultati di questo studio osservazionale, simile a studi epidemiologici condotti
nell’uomo che hanno associato la malattia parodontale a patologie cardiache, diabete e
difetti alla nascita, suggeriscono che, nel cane, la malattia parodontale è associata
a condizioni patologiche di natura cardiovascolare, come endocarditi e
miocardiopatie.
L’infiammazione cronica è verosimilmente un importante meccanismo di connessione
tra la flora batterica della cavità orale del cane e la patologia sistemica. La salute del
cane può quindi giovare di una maggiore attenzione da parte dei veterinari e dei
proprietari alla regolare cura e igiene dentale.
“Evaluation of the risk of endocarditis and other cardiovascular events on the basis of the severity of
periodontal disease in dogs” Lawrence T. Glickman, Nita W. Glickman, George E. Moore, Gary S.
Goldstein, Hugh B. Lewis. Journal of the American Veterinary Medical Association. Feb 2009, Vol. 234,
No. 4, Pages 486-494.
Metti mi piace
0